Aumentano le rapine nei negozi: conviene il porto d’armi?

Tabaccai, supermercati, benzinai: ogni giorno in tutta Italia oltre 6.000* negozianti subiscono rapine e perlomeno altrettanti vivono nel terrore di subire la stessa sorte. Chi viene aggredito nel proprio negozio è messo a dura prova: isolato in uno spazio ristretto, non può scappare e deve potersi difendere in maniera efficace, ma legale. Finora c’erano solo due alternative: subire violenza o farsi giustizia da sé, in stile Far West.

Reagire o non reagire?

Subire una rapina significa vivere emozioni terribili, come la paura di morire, lo shock per la violenza subita e la rabbia nel veder sfumare i sacrifici di una vita. D’altro canto reagire all’aggressione con un’arma da fuoco può avere conseguenze altrettanto negative:

Prendere il porto d’armi è la scelta migliore?

Per la legge italiana chi reagisce deve farlo per un valido motivo, con mezzi proporzionali all’offesa e solo se non ha alternative come la fuga. Purtroppo la  cronaca è piena di negozianti processati e condannati per aver aperto il fuoco su rapinatori disarmati o in procinto di scappare, perché l’azione difensiva è considerata legittima solo quando:

  1. la vittima si trova legittimamente nel luogo dell’aggressione;
  2. l’arma usata è legittimamente detenuta;
  3. c’è un concreto e dimostrabile rischio per la propria o altrui incolumità;
  4. c’è un attuale e concreto pericolo di aggressione;
  5. chi sta commettendo il reato non ha manifestato l’intenzione di desistere.

Con una pistola al peperoncino non rischi la vita!

tabaccaio

Pensaci, soprattutto se lavori in un luogo a rischio.

Le nostre pistole al peperoncino sono oggetti professionali e potenti, legali e sicuri, per i quali non serve il porto d’armi. Alla loro vista, l’aggressore si spaventa dandosi alla fuga oppure resta a terra neutralizzato da tosse e bruciore fino all’arrivo della Polizia, consentendo a te di metterti in salvo.

* Dati Istat 2014 sulla sicurezza

 

2 CommentiLascia un commento

Lascia il tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *